• Mer. Set 28th, 2022

Cosa sono i QR Code,come scansionarli su iPhone e Android

Giu 10, 2022
Visualizzazioni: 38
1 0
Tempo lettura:2 Minute, 43 Second

Più evoluti rispetto al codice barre, perché in grado di contenere maggiori informazioni, sono nati per una decodifica veloce: gli smartphone odierni possono facilmente sfruttare la loro funzione attraverso l’app Fotocamera o con applicazioni di terze parti

Cos’è il codice QR

Il QR Code, in italiano codice QR, è uno speciale codice bidimensionale, a matrice: di forma quadrata, con sfondo bianco, è composto da numerosi moduli neri contenenti diverse informazioni. Può essere considerato un’evoluzione del più noto codice a barre, perché rispetto a quest’ultimo è in grado di immagazzinare non solo lettere e numeri, ma anche una serie di informazioni spesso complesse. QR Code, dall’inglese, altro non è che la versione contratta di Quick Response Code, ossia codice a risposta veloce: questo quadrato, con all’interno altri quadratini, infatti è stato pensato per dare all’utente la possibilità di ottenere rapidamente le notizie desiderate. Il QR code è stato sviluppato per una decodifica veloce del suo contenuto e, a partire dagli anni 2000, ha iniziato a diffondersi tra Stati Uniti ed Europa. Il formato a matrice, 29×29, permette di sfruttarlo facilmente grazie al proprio smartphone, ad esempio consentendo agli utenti di raggiungere uno specifico sito internet o di salvare un contatto in rubrica. Proprio per la loro comodità di utilizzo e per la capacità di contenere numerose informazioni, sono sempre più impiegati in vari aspetti del quotidiano.

Come scansionare i QR Code su dispositivi iOS

Se riconosciamo in giro un QR Code, come possiamo sfruttarlo per conoscere le informazioni contenute al suo interno? Dipende dal tipo di smartphone utilizzato: i possessori di iPhone e, più in generale, chi è legato all’ecosistema di Apple potrà semplicemente aprire l’app Fotocamera e inquadrare il codice. Il dispositivo lo riconoscerà automaticamente e in alto comparirà un pop up su cui cliccare per accedere alle informazioni, così come indicato dalla pagina di supporto ufficiale. Questa funzionalità è disponibile sugli iPhone aggiornati alla versione di iOS 11 o successive. Nella remota possibilità in cui dovesse fallire il riconoscimento automatico, potrebbe essere utile scaricare un’applicazione di terze parti: sull’App Store ce ne sono svariate.

Come scansionare i QR Code su dispositivi Android

Passando, invece, ad Android, è necessario fare chiarezza visti i tanti modelli di smartphone legati al sistema operativo di Google. Non tutti supportano il riconoscimento automatico dei codici QR, ma ad esempio sui Samsung, così come sugli iPhone, è possibile, grazie alla funzione integrata all’interno dell’app Camera. Tuttavia è una comodità riservata ai soli top di gamma, aggiornati alle versione 9.0 di Android. Lo stesso discorso è valido anche per i tanti modelli prodotti da Huawei, quindi per non farsi trovare impreparati conviene scaricare un’applicazione di terze parti. Una delle più considerate – più di 100 milioni di download – è QR & Barcode Scanner, con oltre 1 milione di voti e una media pari a 4,5 stelle. Una volta installata, basterà aprirla e inquadrare il codice QR: quando verrà riconosciuto l’app emetterà un suono, oltre a indirizzare l’utente su un’altra pagina dove scegliere l’azione da compiere, ad esempio il caricamento di un sito sul proprio browser.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %